0%

Ancora sospese le donazioni di sangue all’Ospedale Maresca! (Torre del Greco)

Scritto da - Clementina Sasso il :


Adv

Mail inviata al centro trasfusionale dell'Ospedale Maresca

Mail inviata al centro trasfusionale dell’Ospedale Maresca

 

Dopo la mail che abbiamo ricevuto ieri in Redazione (la trovate qui) e che denunciava l’impossibilità di donare il sangue al centro trasfusionale dell’Ospedale Maresca per mancanza di ristoro (succo di frutta e cornetto) da dare al donatore, stamattina sono andata di persona in Ospedale per controllare la situazione.
Effettivamente, sono dieci giorni che il centro non accetta donatori proprio per il motivo segnalato. Mentre ero lì sono state mandate via due persone. Considerato che il numero medio di donatori giornalieri è sette, il nostro ospedale e la nostra città hanno perso già settanta sacche di sangue che dovranno reperire in altro modo e cioè comprare!
Il centro trasfusionale del Maresca, rende l’Ospedale indipendente per quanto riguarda le trasfusioni e riesce anche a garantire trasfusioni domiciliari nelle città comprese nel suo bacino d’utenza. Il centro funziona bene e non possiamo accettare che resti bloccato già da dieci giorni!
I costi di una sacca di sangue con il sistema della donazione sono praticamente nulli per l’Asl (una colazione) mentre al momento bisogna sopperire all’impossibilità di donare con il comprare le sacche da altre provenienze.
Quello che ci chiediamo è: perché si è verificata questa situazione? Perché mancano i soldi per comprare succhi e cornetti?
I dipendenti ci hanno detto che dopo averci rimesso per un po’ di tasca loro, volontariamente, per non fermare le donazioni (si sentono anche a disagio a mandare le persone a casa perché manca il ristoro), poi hanno dovuto fermarsi.
Sarà un problema amministrativo? Sarà un problema di tagli? Speriamo vivamente che la situazione venga presto ristabilita, perché non è possibile che un servizio che funziona così bene non possa essere più erogato.
L’Aucelluzzo con il Comitato Pro Maresca, che subito si è allertato quando gli è stata fatta presente la situazione, ovviamente, continueranno a seguire la vicenda e se non dovesse bastare questa denuncia mediatica chiederanno un incontro ai piani più alti.