0%

I bambini diversamente abili non hanno il diritto di fare la pipì

Scritto da - Pietro De Filippis il :


Adv

Al 51° Circolo didattico comprensivo Oriani-Guarino di San Pietro a Patierno sono giorni che manca l’assistenza materiale per bambini e ragazzi diversamente abili.

I servizi offerti dalle operatrici dalla Napoli Servizi sono diversi, dall’assistenza base ai bambini diversamente abili come l’accoglienza all’accompagnarli in bagno per i loro bisogno fisiologici.

Il servizio garantito dalla Napoli Servizi già di per sé non adeguato per carenza di personale, assegnati ai vari plessi scolastici, il servizio è diventato man mano scandaloso.

La scuola comprensiva è suddivisa su più plessi scolastici, non molto vicini tra loro, la Oriani-Guarino comprende scuola dell’infanzia, scuola primaria e secondaria. In questo istituto ci sono ben 15 bambini e ragazzi diversamente abili assistiti a malapena da tre operatrici O.S.A. della Napoli Servizi, almeno era quello che succedeva fino a qualche settimana fa. Oggi dopo il licenziamento di una operatrice e l’infortunio di un’altra, ad assistere i bambini e ragazzi di questa scuola ne sono rimaste soltanto due. Pur essendo O.S.A. continuiamo a dare ai nostri piccoli anche l’assistenza di base. Il problema è che poche per svolgere il proprio lavoro.

Sono costrette a fare la spola tra un plesso e l’altro, nonostante la Napoli Servizi dovrebbe garantire un operatore ogni 4 bambini o ragazzi diversamente abili. La direttrice del 51° Circolo sta letteralmente inondando di email e telefonate gli uffici del dirigente che dovrebbe occuparsi di questo problema ma senza avere risposte.

Come potete immaginare il rischio che un bambino possa non trattenere i propri bisogni fisiologici è molto elevato. Non è possibile assistere ancora nel 2017 a problemi di questo tipo.