0%

Campagna Donazione Organi, si riaccende l’attenzione

Scritto da - Giacomo Mennella il :


Adv

donazione_organiÈ stata la prima campagna lanciata dalla neonata web community aucelluzzo.it e si proponeva in partnership con l’Atom di Torre del Greco, di alzare nuovamente l’attenzione circa la sensibilizzazione alla donazione degli organi, con apposito form da compilare sul sito aucelluzzo.it e la possibilità di spedirlo al proprio comune di residenza per comunicare la propria volontà di veder scritto sulla carta d’identità la propria volontà o meno di essere donatori.
Ad oggi ogni cittadino può manifestare la propria volontà di consenso o di diniego alla donazione degli organi attraverso diverse modalità: con dichiarazione resa ad enti pubblici come ad esempio può essere un Ospedale o lo stesso Comune di residenza; mediante le associazioni dei donatori presenti sui territori ed in ultimo attraverso i Centri Regionali per i Trapianti (CRT). Ma la novità è rappresentata dalla possibilità in sede di rinnovo della carta di identità di poter stabilire la volontà circa la donazione e farla scrivere sul documento (L. del 9 agosto 2013 n. 98 Decreto del Fare – convertita dal D. L. 21 giugno 2013 n. 69), condizione che permetterà di raggiungere ed informare gradualmente tutti i cittadini maggiorenni sulla questione donazioni e sensibilizzare quante più persone possibili vista la capillarità che l’azione potrebbe avere. Ma affinché i Comuni si attrezzino, formando il personale degli uffici anagrafe alla novità normativa e sopratutto facendo leva sulla volontà politica di sensibilizzare la cittadinanza sul tema, in Regione Campania il gruppo consiliare del M5S ha presentato un ordine del giorno il 9/11/2015 che impegna la Giunta Regionale campana ad attivarsi per mettere in campo tutte le iniziative idonee a sensibilizzare i Comuni affinché la disponibilità o il diniego alla donazione degli organi e dei tessuti sia contenuta nella carta di identità appunto come previsto dalla legge su indicata. Una precisa indicazione che impegnerà la Giunta Regionale a informare e sensibilizzare i Comuni, e a fare in modo che vengano raggiunti la gran parte dei cittadini che obbligati dal rinnovo del documento di identità, verranno almeno prontamente informati della nuova possibilità, lasciando chiaramente poi la scelta di decidere in totale autonomia ma almeno colmando quel gap nella comunicazione spesso presente per la carenza del set minimo di informazioni idonee ad effettuare una scelta consapevole e da maturare, ma così importante per gli altri.