0%

“Chi fravica e sfravica nun perde mai tiempo”

Scritto da - Carla Formisano il :


Cucina

10409375_10206017713784243_5690906284953780193_n Il week end è alle porte e devo pensare al dolce da preparare..
Il week end????
No , no a Napoli non esiste il weekend …no no no!!!
A Napoli esiste ‘a dummenica!!!
Allora cambio frase , si avvicina la domenica.
Penso e decido il dolce da preparare…
perché si sa ‘ a dummenica senza dolce, senza ‘e paste nun è dummenica!
Opto per un soffice dolce all’ arancia con crema al latte.
È sabato , controllo se in casa ci sono tutti gli ingredienti per il buon manicaretto..
C’è tutto , per cui preparo la crema al latte che metto a raffreddare e poi parto con il dolce.
Seguo le istruzioni alla lettera , impasto poco la farina ,altrimenti il dolce si sgretola , in ultimo aggiungo il lievito ,forno preriscaldato ok ( menomale è inverno ) ,temperatura giusta e…via dolce in forno..
Vedo che il dolce comincia a lievitare , sembra che voglia lievitare…sto con il naso appiccicato alla portella del forno , ma poi ,sorpresa delle sorprese il dolce è “ammazzaruto”.
Ecco che io mi trasformo in Marina Confalone nella tipica e divertente scena della lavastoviglie in “Così parlò Bellavista “, imprecando contro il forno , la mancata lievitazione e il Fato.
Che fare?
A dummenica senza ‘o dolce è nu ‘ sacrilegio.
Forza e coraggio , rifaccio il tutto ,ce la farò ,
perché ” chi fraveca e sfraceca nun perde mai tiempo!”
Perché in cucina , come nella vita ,mai arrendersi !
Il dolce è bello e lievitato!
Buona domenica a tutti!