0%

Ci sono porcate che bisogna conoscere.

Scritto da - Piero Disogra il :


Adv

visualQuando ero alla scuola elementare i miei amici giocavano ripetendo le scene dei cartoni animati, all’epoca Goldrake o Jeeg Robot, io non partecipavo perché non guardavo la televisione e non sapevo di che stessero parlando. I miei amici sono diventati adulti, nessuno di loro si è buttato dal balcone aspettando che qualcuno gli lanciasse i componenti.
Oggi un video di alcuni ragazzini che per strada riproducono le scene di una fiction fanno scalpore e fanno indignare, perché la televisione che per anni ha insegnato l’Italiano agli italiani, adesso dovrebbe insegnare a sparare?
Certo che finché a sparare sono i cowboy, i gangsters di New York, finché i killer sono interpretati da Al Pacino, nessuno si scandalizza.
L’anno scorso alla scuola media qui vicino hanno trasmesso un film documentario su Auschwitz, che io sappia nessun ragazzino ha organizzato una imboscata ai propri amici, o cercato di chiuderli in una camera a gas.
Però la camorra fa paura, eh sì perchè la camorra non è un evento storico, di fantascienza o lontano da noi, la camorra è tra di noi.
A qualcuno fa paura la camorra, a qualcun altro fa paura che si parli di camorra.
Nel quartiere dove sono cresciuto io la camorra non l’ho mai vista, già perchè era ovunque e, guarda un po’, non ci avevo mai fatto caso. Passavo per Forcella tutti i giorni e sentivo dire dalla televisione che c’era la camorra, ma io mi guardavo sotto i piedi, mi giravo intorno, ma sta camorra non la vedevo.
Nel mio quartiere ogni tanto qualcuno veniva sparato, una volta una ragazzina è rimasta uccisa mentre volevano uccidere qualcun altro, ma è stato uno su una moto, non è stata la camorra.
I negozi pagavano una somma di denaro ogni tanto per evitare di saltare in aria, una estorsione si dice, ma mica era la camorra a chiedere i soldi? Se vi capitava, erano dei ragazzi, o dei signorotti, che erano proprio uguali agli altri, non era la camorra.
La camorra non esiste, ho sentito dire, ma esistono i camorristi di sicuro, e quelli i camorristi non sono buoni.
Che delusione avrebbero avuto i bambini di un tempo se i genitori gli avessero spiegato che i Cow Boy erano i cattivi e gli indiani quelli buoni? Ma forse i genitori di una volta tante cose non è che le sapevano.
Ed i genitori di oggi? I genitori di oggi non sanno neanche che la serie TV Gomorra è vietata ai minori di 14 anni, che a casa non si deve evitare di parlare di camorra, di sesso e di politica, affinché i nostri ragazzi crescano conoscendo quello che gli aspetta fuori dalla porta di casa, e che non imparino la camorra da Gomorra, il sesso da YouPorn e la politica da Renzi, ma sono tutte e tre porcate che bisogna conoscere.