0%

Dal Vesuvio un messaggio ai “vesuviani”

Scritto da - Nicola Liguoro il :


Adv

IMG_20150926_133234IMG_20150920_103424IMG_20150926_133041

Dovete sapere che gli appassionati che girano con le mountain bike nelle zone del napoletano, hanno una sorta di divinità alla quale sono devoti, un genius loci che viene adorato e riverito e al quale ci si reca spesso a far visita come fosse un parente stretto: il Vesuvio.
La nostra divinità recentemente è stata pesantemente offesa e maltrattata da umani molto cattivi, miscredenti che gli hanno appiccato il fuoco e che per sfregio hanno buttato ai suoi piedi ogni sorta di rifiuto.
Dopo che nelle settimane scorse abbiamo assistito impotenti all’oltraggio, in questo fine settimana in tanti ci siamo recati a far visita alla divinità che in verità sta assai incazzata ma che tutto sommato, nonostante le dolorose ferite ancora sanguinanti, ci ha fatto sapere che anche questa volta se la caverà.
Come tutte le volte che andiamo “a trovarlo”, anche questa volta è stato molto gentile con noi, si è dato una veloce sistemata e ha subito coperto per pudore le sue ferite con un leggero strato di foglie dorate e aghi di pino e vezzoso com’è, ha cercato come sempre di mostrarsi in tutto il suo splendore.
Ci ha insomma accolto come sempre al meglio e ringraziandoci per la devozione dimostrata, ci ha anche consegnato un messaggio per tutti i Vesuviani.

Carissimi, faciteme sta quiet, voi lo sapete, io sono una divinità “cazzimmosa”, una di quelle che quando gli vengono i cinque minuti poi si mette a fare fuoco e fiamme. Io sono fatto così, mi arrabbio ma poi mi passa e me ne sto a lungo la tranquillo ad osservarvi dall’alto. Io vi voglio bene e mi fa piacere quando venite “a trovarmi” nei modi rispettosi dovuti a una divinità importante come me.
Ma sappiate che non sopporterò ulteriori oltraggi, quindi comportatevi bene e portatemi rispetto perché se no ……