0%

E dulcis in fundo… !

Scritto da - Carla Formisano il :


Cucina

Adv

12368970_10205643503629223_8934536290003813596_nNon è Natale se non c’è come finale una “bella abbuffata” di dolci.
Infatti dalle mie parti vige un famoso detto “Natale re’ pasticceri e Pasc re’ panettier!”
È vero che il simbolo per eccellenza e’ il Pandoro o il Panettone, ma a parte quelli artigianali preparati dai pasticcieri nostrani, meglio mangiarne poco…
Io opterei per una “caprese”, fatta in casa con ingredienti genuini il cui sapore scalda palato e cuori.
Innanzitutto occorre tritare grossolanamente 300 Gr di mandorle (io uso quelle non spellate, il cui sapore è molto più deciso).
Triteremo, poi, anche 300 Gr di cioccolato fondente.
Nel cioccolato tritato aggiungiamo 50 Gr di latte, 250 Gr di burro, un po’di rhum e sciogliamo il tutto.
Aggiungiamo poi 300 Gr di zucchero, 6 uova e mescoliamo.
Poi gradualmente 30 Gr di farina ed una bustina di lievito per dolci.
Alla fine le mandorle tritate che, in questa specialità, fungono da farina.
Infornare per un’ora a 160 gradi.
Fare sempre la prova dello stecchino.
Una volta sfornata e raffreddata, spolverizziamo la caprese di zucchero a velo…
Buon dulcis a tutti!!!