0%

Fatti non foste per vivere come bruti… (Torre del Greco)

Scritto da - Gennaro Sorrentino il :


Adv

“Ragazzi divertiamoci un poco stasera, andiamo a “pariare” a via Roma che 12419294_10208015185922756_1438989555509813091_oci sta la notte bianca….ue ma che so ste foto, guarda a questo dentro a sta foto, ma chi è sto fesso…ma dagli un calcio… scass sta chiavic i fotografì”
Forse questo avranno detto fra di loro prima di distruggere quattro dei pannelli installati lo scorso 23 dicembre a via Roma raffiguranti foto storiche. I pannelli che sono stati realizzati dall’Istituto d’Istruzione Superiore Francesco Degni di Torre del Greco e fortemente voluti dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione, vogliono essere un tuffo nel passato per una città, che più di tante altre, sta attraversando un profondo periodo di crisi economica, culturale e sociale. L’idea della mostra fotografica nasce in seguito alla voglia, espressa dai nostri alunni, futuri cittadini, di rafforzare il senso di appartenenza alla comunità, volgendo lo sguardo al passato, riscoprendo le nostre radici – dice Rossella Di Matteo, Dirigente Scolastico dell’IS “F. Degni”. Torre del Greco è sempre stata una florida città, molti dei suoi abitanti si dedicavano alla lavorazione del corallo e del cammeo, altri invece lavoravano lontani da casa, come marittimi, alcuni come pescatori di corallo. Le ventotto fotografie sono state prese dall’archivio storico del vecchio Istituto d’arte di piazza Palomba (da qui l’idea di lasciare questa denominazione nella scritta del logo sui pannelli) e da una ricerca fatta tra i docenti della scuola. Docenti e studenti hanno prodotto scorci di un passato che serve a ricordarci quello che un tempo eravamo e a donarci un istante di nostalgia.
Tanti i commenti positivi dei cittadini torresi, soprattutto dei più anziani, alcuni dei quali hanno riconosciuto le persone nelle foto o magari hanno riconosciuto un luogo a loro caro da bambini. Guardare quelle foto ci permette di guardare l’anima della nostra città, la sua costante operosità, la sua determinata voglia di crescita, la sua immutata vocazione artistica.
Dare un calcio a quelle foto non è un gesto da poco e ci fa ragionare sul fatto che dei cittadini non sanno cosa sia Torre del Greco e non vogliono partecipare alla sua evoluzione. La nostra Città seppure piena di contraddizioni e magari lati negativi è invece comunque viva, frizzante, gioiosa, ricca di storia, piena di cultura. Quindi cosa dire a questi ragazzi che pensando di essere “gruoss” hanno dato un calcio al nostro passato, alle nostre persone? Siete dei perdenti! Mai riuscirete a sconfiggere la parte sana di questa città.
“Non dobbiamo arrenderci” tuona l’assessore Romina Stilo, messaggio subito accolto dalla Dirigente Scolastica Rossella Di Matteo, che stamattina con i suoi collaboratori è andata in tipografia per ordinarne i nuovi pannelli che verranno installati domani.