Adv

COMUNICATO STAMPA

14725442_1099061590143249_582078710_o

Il forum dei giovani di Torre Annunziata è lieto di presentarvi l’evento OPLONTI RAP FIGHTER – FREESTYLE BATTLE che si terrà venerdì 21 Ottobre presso piazza G. Nicotera alle 21.00, l’evento è parte integrante del programma relativo ai festeggiamenti della festa patronale. La manifestazione è completamente gratuita per i partecipanti e di libero accesso al pubblico, si terrà presso piazza G. Nicotera (Ferrovia). Apriranno la sfida delle voci emergenti dei rappresentanti del Forum, i quali spiegheranno al pubblico la struttura organizzativa del Forum stesso e la sua importanza per i ragazzi del territorio oplontino. Successivamente prenderanno la parola gli M.C. che condurranno la sfida. I freestyler si contenderanno la parola a colpi di rime, proprio come nelle tradizionali “rap battle” nate nei “block party” dei sobborghi statunitensi degli anni 80. Molti degli artisti conosciuti in tutto il mondo e icone del genere rap si sono esibiti nelle rap battle, che hanno contribuito alla loro ascesa nel mondo dello spettacolo. I nostri sfidanti rivivranno le stesse emozioni ma in chiave partenopea, costruendo rime in dialetto misto allo slang americano. L’obiettivo della manifestazione è quello di fornire una vetrina a ragazzi appassionati del genere , i quali non hanno ancora avuto la possibilità di essere prodotti da una casa discografica. Infatti Il vincitore avrà come premio una registrazione e mestering di un singolo presso IT’S CLASSIC STUDIO. L’evento nasce da una idea del responsabile eventi del Forum Mattia Russo che è stato fortemente sostenuto dal coordinatore Fabio Avitabile. Hanno collaborato alla realizzazione Gigione strumenti musicali, It’s classic Studio e Black Door Crew. È possibile iscriversi direttamente nelle vicinanze del palco la sera stessa oppure telefonando al Tel. 3662995756.

Avatar

Di Redazione

Siamo una community web che fa informazione senza filtri, le nostre news saranno arricchite da testimonianze provenienti direttamente dai territori. Il nostro progetto prevede, infatti, la collaborazione di tanti gruppi territoriali: i cosiddetti "nidi dell’informazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.