0%

Gabbati… e contenti

Scritto da - Licia Ruggiero il :


Adv

detersivi-spinaE’ notizia di oggi che nel napoletano è stata scoperta l’ennesima fabbrica di detersivi contraffatti, detersivi di scarsa qualità che contengono chissà quante sostanze nocive, spacciati e venduti come detersivi di marca.
Da diversi anni ho notato che molti detersivi e cosmetici di marca venduti nei piccoli esercizi commerciali del mio quartiere non corrispondono come consistenza, profumazione ed efficacia agli stessi detersivi e cosmetici comprati nei supermercati e ipermercati ma non potendomi recare spesso nei grossi centri commerciali ho deciso di optare per i detersivi sfusi, anche per salvaguardare l’ambiente. Ho constatato che il rapporto qualità prezzo è conveniente, che sono efficaci come i detersivi di marca e che aiutano anche l’economia locale perchè prodotti in gran parte in fabbriche campane.
Nel mio quartiere vi erano tre negozi di detersivi sfusi ma purtroppo uno ha già chiuso nel giro di un paio di anni e ho visto chiusure similari anche in altri quartieri, evidentemente i cittadini preferiscono essere gabbati piuttosto che compiere una scelta a favore dell’economia e dell’ambiente. Con uno dei negozi sopravvissuti ho anche fatto un accordo, una volta a settimana viene a ritirare tutte le bottiglie vuote di acqua della mia scuola, prende il sacco pieno e ne lascia uno vuoto, così diamo un ulteriore contributo al riciclo della plastica e la negoziante ha sempre una scorta di bottiglie a disposizione. Personalmente io estenderei la vendita dello sfuso e la reintroduzione dei vuoti a rendere a tutti i settori di consumo, si risparmierebbe parecchio e si risolverebbe in gran parte il problema della gestione dei rifiuti secchi.
Questo settore andrebbe incentivato anche fiscalmente per aiutare le aziende virtuose con l’ambiente e con la salute dei cittadini. Bisognerebbe aiutare e favorire la diffusione della cultura del riciclo e il consumo attento e consapevole. Cittadini non più gabbati e contenti ma ecologici e attenti!