0%

Gela vs Turris 3-0 – Sesta sconfitta per la Turris

Scritto da - Luigi Vitiello il :


Sport

Adv


Il campionato della Turris è finito ormai da diversi mesi, ma le sconfitte sono sempre dure da digerire, figuriamoci poi quando ne perdi 6 consecutivamente! Credo si tratti della serie peggiore dai tempi della stagione funesta con Mimmo Pesce Presidente. Fortunatamente mancano soltanto 180 minuti al termine di questo torneo che ha visto meritatamente trionfare la Sicula Leonzio di Ciccio Cozza, grazie soprattutto ad uno strepitoso girone di ritorno. Inevitabilmente il tifoso corallino è più interessato alle vicissitudini societarie, sui nomi dei possibili imprenditori interessati a rilevare la società. Fari puntati anche sulla questione stadio : adesso bisogna capire quando partiranno i lavori di adeguamento del Liguori, anche in virtù dei fondi che arriveranno dalla regione Campania per le Universiadi del 2019. La questione stadio è di fondamentale importanza : chiunque imprenditore che mostri interesse, vuole anzitutto sapere di che tipo di impianto può disporre. A tal proposito, ricordiamo che domani (lunedì 24 Aprile) avremo in diretta telefonica Antonio Colantonio, Presidente del settore giovanile della Turris, nonché affidatario temporaneo della gestione dello stadio Liguori fino al 30 Giugno, nel nostro talk-radio “Ogni maledetta domenica”, ascoltabile in rete dalle ore 20:30 sul sito www.radiochip.it.
Ritornando al calcio giocato, la sconfitta di oggi era altamente ipotizzabile in virtù di una formazione rimaneggiata ed imbottita di under. In panchina soltanto 5 elementi tutti under di cui 2 classe 2000. Da elogiare ancora una volta la presenza di una trentina di ultras corallini che hanno affrontato un viaggio lunghissimo per una partita dall’esito quasi scontato, soltanto per veder sventolare i propri vessilli, i propri colori, ovunque scenda in campo la casacca rosso corallo : applausi!
Baratto ancora una volta è costretto a fare di necessità virtù. Consueto 4-4-2 col giovane Esempio a far coppia con Di Girolamo in difesa, a centrocampo Joof e Cavaliere, sugli esterni Schettino e Tedesco. In attacco il solito tandem composto da Improta e Varriale. La prima parte di gara scivola via senza particolari sussulti. Il Gela sblocca la gara al minuto 37 con Campanaro che sorprende Atteo con una conclusione da fuori area. La Turris potrebbe pareggiare 2 minuti dopo con Varriale che tira da pochi passi, ma trova la pronta risposta del portiere locale Saitta. Primo tempo abbastanza scialbo. La Turris non ha i mezzi tecnici per impensierire il Gela che controlla agevolmente e riparte in contropiede. Al minuto 24 arriva il raddoppio dei locali con Alma, che supera l’estremo difensore corallino con un bel pallonetto. Nella Turris fanno il loro ingresso in campo i giovani Gravina, Contieri e Maisto. All’ottantanovesimo l’arbitro assegna un calcio di rigore al Gela per fallo di Esempio su Schisciano. Dal dischetto il neo entrato Nassi fissa il risultato sul 3-0.
Per la Turris è notte fonda… e come si dice dalle nostre parti ” Vott a passà a nuttat…”
GELA: Saitta, Brugaletta, Noto, Evola, Gambuzza, Campanaro, Alma G., Schisciano, Scerra, Montalbano, Bulades. A disp.: Vizzì, Chidichimo, Kosovan, Alma L., Pisano, Tomaino, Nassi, Lauretta, Bonanno. All.: Infantino.

TURRIS: Atteo, De Rosa, Cuomo, Cavaliere, Esempio, Di Girolamo, Schettino, Joof, Improta, Tedesco, Varriale. A disp.: Cherchi, Gravina, Maisto, Contieri, Paladino. All.: Baratto.

ARBITRO: Aly di Lodi.