0%

GORI, ma che ti succede? (Torre del Greco)

Scritto da - Giacomo Mennella il :


Adv

fontana-acqua-2La settimana passata è toccato rimanere a bocca asciutta il popoloso quartiere Vesuviana con tutte le strade limitrofe, oggi è toccato praticamente a mezza Torre del Greco restare a secco per l’intera giornata, GORI ma che ti succede? Le voci di una possibile liquidazione della società a partecipazione pubblica ormai si susseguono incontrollate perché la stessa è sommersa dai debiti, 90 milioni circa cumulati solo nel biennio 2013-2014, per non parlare dei circa 200 milioni degli anni passati e parzialmente abbonati dalla giunta Caldoro, con l’ex Presidente Sarri indagato per turbativa d’asta e sostituito quest’estate dal nuovo Presidente del Cda Laboccetta. Più chiara invece la situazione delle partire pregresse perché il TAR Campania ha dichiarato illegittimo l’addebito costringendo la società in questione a bloccare tutti gli addebiti o a restituire quelli effettuati o pagati dagli utenti, situazione che ha portato ulteriore ammanco nelle casse della società già di per sè vuote. Ma la battaglia, soprattutto di una parte del consiglio regionale Campania non finisce qui, perché il gruppo consiliare del M5S ha chiesto e ottenuto che venga immediatamente inviata una diffida alla società per i debiti accumulati e che se malauguratamente la stessa non sarà in grado di rimborsare la somma, si procederà con la richiesta della messa in mora e successiva liquidazione della GORI Spa. Ma è chiaro che l’interesse principale dei cittadini è rivolto alla somministrazione del servizio di distribuzione idrico dell’acqua in modo tale che resti costantemente assicurato, cosa che negli ultimi giorni non sta avvenendo con regolarità a Torre del Greco così come in tanti altri comuni del vesuviano, problema che abbiamo documentato su aucelluzzo.it qualche giorno fa, con la situazione che si configura come una bomba ad orologeria pronta ad esplodere se non si correrà subito ai ripari. I cittadini restano alla finestra in attesa che si giunga a schiarita sulle vicende societaria tenendo ben presente che parte di quel debito lo stanno pagando anche loro e a caro prezzo, soprattuto se consideriamo che alla GORI spetta anche la sistemazione e manutenzione delle infrastrutture sul territorio adibite ai servizi idrici come ad esempio sono i depuratori, altra annosa questione sempre rimandata e mai affrontata con serietà e determinazione né dalla GORI né dalle amministrazioni comunali dei comuni interessati.