0%

Il Fasciocomunistasocialistadidestra (Torre del Greco e i migranti)

Scritto da - Marco Manna il :


Adv

La vecchia Democrazia Cristiana, da molti soprannominata la Balena Bianca, aveva la capacità di inglobare al proprio interno tutto e tutti, allo scopo di sconfiggere il tanto odiato partito comunista, colpevole di avere dei valori politici di riferimento, che in certe occasioni andavano oltre la solita logica della vittoria elettorale.
La vecchia scuola ha lasciato sul campo decine e decine di personaggi orfani di quelle correnti e di quel modo di fare e con la seconda repubblica e con i partiti fatti intorno alle persone, l’opportunista politico ha dovuto per forza di cose cominciare a cambiare casacche molto più velocemente di Zlatan Ibrahimović.
Uno dei rappresentanti simbolo di questo meccanismo è l’attuale sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello. Un uomo che in venti anni ha saputo girare tutti gli schieramenti da destra a sinistra e oggi ha un nuovo amore chiamato Salvini. Lui, come tutti i suoi scagnozzi, non è il razzista classico leghista, piuttosto è il classico opportunista che vede la possibilità di guadagnarsi una poltrona. Quindi, visto che oramai è politicamente sputtanato un po’ ovunque, pesino la Lega diventa un occasione per tornare in auge.
Però non è semplice, perché la Lega non riuscirà mai ad avere abbastanza consensi per radicarsi da noi al Sud e allora il nostro sceriffo, per emergere in mezzo alla melma è costretto a dimostrare di essere il più razzista di tutti. Questo è il motivo della sua campagna di odio e di allarmismo, messa in campo per accendere gli animi di persone disperate, che non riescono ad avere risposte e le trovano molto più facilmente attaccando chi sta peggio di loro, dando vita alla famosa “guerra tra poveri”. Lo sceriffo questo lo sa benissimo e cerca di cavalcare l’onda.
Come lui, fanno lo stesso tutti quelli che gli stanno vicino. Basta vedere i post dell’assessore alle politiche sociali torrese, che dopo essersi candidato infinite volte ed invano, adesso cerca posto in lista in competizioni politiche dove potrebbe essere addirittura il capolista dei razzisti.
In tutto questo, noi di Aucelluzzo.it, continueremo a denunciare la miseria umana di queste persone, che per soli scopi politici ed elettorali, cercano di accendere un clima già torrido. A breve partiremo con una campagna d’informazione e di partecipazione popolare, per cercare di affrontare da vicino e un modo solidale, l’argomento dell’immigrazione e dell’integrazione in tutte le sue forme.