0%

Il Rugby a Torre del Greco compie 50 anni

Scritto da - Redazione il :


Sport

Adv

12087398_899084933492713_603467964_nQuesta settimana i Lions compiono 50 anni e anche l’aucelluzzo vuole festeggiare la squadra di rugby di Torre del Greco.
Per saperne di più su questo sport, abbiamo chiesto di scrivere un articolo ad un giovane pilone dell’under 12.
Le sue parole hanno accesso la nostra curiosità e, per questo motivo, invitiamo altri giocatori a mandarci la propria storia, per dare spazio sulle nostre pagine ad uno sport fantastico come il rugby.

Ciao a tutti, io mi chiamo Natale Manna e, alla mia giovane età, ho già praticato tanti sport. A 5 anni ho praticato tennis, a 6 anni calcetto, a 7 e 8 anni la boxe e ora, da 2 anni faccio rugby. Ora vi racconterò come mi sono appassionato a questo sport. Ero in macelleria con mia madre, avevo appena visto una partita di football americano e, galvanizzato da quello che avevo visto, sono andato da mia madre e ho detto: “Mamma, posso fare football americano?”. Mia madre allora disse: “Vediamo”. Il giorno dopo venne un amico di mia madre che si chiama Alfredo e mi disse se volevo provare a giocare a rugby. Io ci pensai un attimo e dissi di sì, pensai “perché non provare”. Il giorno dell’allenamento incontrai il mio coach dell’under 12 che mi insegnò il passaggio, già sapevo come si placcava ma placcavo molto male, il placcaggio al collo nel rugby è fallo.
Dopo il primo giorno di allenamento cominciò a piacermi e mi appassionai, feci qualche partita e mi divertiva molto. Ho fatto appassionare a questo sport anche un mio amico. Il rugby è uno sport di squadra in cui anche le squadre avversarie sono amiche, il rugby non divide ma unisce internazionalmente e per questo è il mio sport preferito.