0%

L’Aucelluzzo e i grandi personaggi: Nikola Tesla

Scritto da - Gaetano Magro il :


Adv

Nikola Tesla

Nikola Tesla

Avete mai sentito parlare di Nikola Tesla, il mitico scienziato che ha scoperto la corrente alternata? Nikola Tesla per alcuni era un visionario, per altri un genio incompreso mentre secondo certi sostenitori delle teorie cospirazioniste, i suoi segreti sarebbero finiti nelle mani del governo USA che, alla sua morte, avrebbe sequestrato tutto quanto contenuto nel suo laboratorio. Alcuni addirittura sostengono di averlo visto al mare quest’estate a Formentera mentre beveva un Mojito. Altri, ancora, pensano che abbia inventato la pietra filosofale. Scherzi a parte, molti ignorano che Tesla trovò il modo di prelevare e trasferire energia elettrica senza fili attraverso la ionosfera. Esatto, avete capito bene… senza fili!
Pensate al vostro cellulare che si ricarica automaticamente senza bisogno di Power Bank o, meglio ancora, funzioni senza la necessità della batteria. Sarebbe fantastico pensare ad un mondo senza guerre, senza conflitti per il litio, senza conflitti per il petrolio, senza speculazione energetica e con ogni nazione autosufficiente e libera energeticamente. Un mondo “Peace & Love”, insomma.
A Colorado Springs, nel 1900, questo mitomane di Tesla sostenne di aver acceso 200 lampadine senza collegamento a 40 chilometri di distanza dalla torre che usava per generare energia. In un’intervista dichiarava di voler donare al mondo energia gratis. Questa cosa delle 200 lampadine non piacque affatto a J.P. Morgan (il nonno di quello delle banche per intenderci), che all’epoca vendeva i cavi elettrici facendo un sacco di soldi e, da quel momento, Tesla venne considerato una mina vagante e fu significativamente monitorato.
I suoi primi laboratori a New York andarono distrutti da incendi dolosi, insieme alle molte invenzioni ormai perdute nell’oblio. J.P. Morgan, dopo aver scoperto l’intento di Tesla di fornire liberamente energia proveniente da fonti primarie (terra, vento, acqua, ecc.) chiese il 51% del progetto Wardencliffe di Tesla (quello della torre, appunto) per assicurarsene il totale controllo. Oggi, alcuni esperimenti ispirati a quelli di Tesla sull’energia Wi-Fi sono andati a buon fine e tutt’ora vengono utilizzati nella vita quotidiana (basti pensare alla ricarica induttiva degli smartphone di ultima generazione). Tuttavia vi è un abisso tra il sogno di Tesla e quella che adesso è la tecnologia a disposizione. La speranza è che si raggiunga (o si raggiunga nuovamente) un livello di consapevolezza come quello di Nikola Tesla e che in futuro i nostri apparecchi funzioneranno grazie ad energia libera e gratuita.