0%

L’aucelluzzo ha le ali, l’automobilista non ancora (Torre del Greco)

Scritto da - Giacomo Mennella il :


Adv

11233415_175230839476215_8656094075779293912_nSe il tratto compreso tra Via Nazionale e Sant’Antonio è oramai famoso dappertutto per l’ingorgo perenne giornaliero, la situazione a ridosso del centro e nello specifico Via Circonvallazione-Palazzo Vallelonga sta facendo di tutto per insediarlo e balzare al primo posto come il girone infernale degli automobilisti. Percorrere questo tratto che in definitiva e’ di alcuni metri durante l’intero arco della giornata, può comportare code di almeno 15/20 minuti, il tutto molto spesso senza l’ausilio del Corpo Municipale che potrebbe almeno evitare soste selvagge e situazioni di pericolo improvvise. Tutto è ormai chiaro ed è dovuto al perentorio termine ultimo per la chiusura dei lavori del progetto “Più Europa” al 31/12, ma qui si discute il dispositivo traffico piuttosto che la necessità di concludere i lavori quanto prima, perché è inaudito pensare di riuscire a gestire altri quattro mesi in questo modo, in quanto non sono assicurati nemmeno gli essenziali standard di sicurezza sia dei pedoni che degli automobilisti. E allora si facciano delle scelte coraggiose, come ad esempio potrebbe essere la chiusura definitiva di una strada o più strade per concludere immediatamente i lavori in quel tratto, oppure adibire delle aree pubbliche a parcheggio gratuito che con navette colleghino il centro. Non possiamo più rischiare di bloccare un camion dei Vigili del Fuoco o un’ambulanza (l’autobus lo abbiamo già bloccato), sarebbe un delitto che nessuno si laverebbe più dalla coscienza.