0%

L’Ospedale Maresca a rischio chiusura del PS nelle ore notturne (Torre del Greco)

Scritto da - Clementina Sasso il :


Attualità

Adv

Lettera aperta della community dell’Aucelluzzo.it e del Comitato Pro Maresca al Sindaco Ciro Borriello, Giunta e Consiglio Comunale di Torre del Greco, alla Sig.ra Raia, consigliera regionale del PD, al Presidente Topo della Commissione Regionale Sanità e al Presidente della Regione De Luca.

Ci rivolgiamo a voi perche’ a partire dalla campagna elettorale delle regionali 2015 (chi prima e chi dopo) avete espresso il vostro interesse per il rilancio dell’Ospedale Agostino Maresca di Torre del Greco.

da vesuviolive.it

da vesuviolive.it

Con tutto il cuore, noi vorremmo fidarci di voi e delle vostre promesse mentre il piano di riordino ospedaliero viene approvato dal Ministero ma la realtà che vediamo con i nostri occhi, tutti i santissimi giorni, ci lascia fortemente dubbiosi. Questo perche’ ogni giorno, in Ospedale, spariscono servizi essenziali che non solo minano il suo rilancio ma addirittura ne minacciano la chiusura! E’ come se l’odiatissimo decreto 49 non si fosse mai fermato e stesse procedendo inesorabilmente verso la fine dell’Ospedale.
Ma andiamo con ordine. Qualche settimana fa, iniziò a mancare il ristoro per il centro trasfusionale e le donazioni di sangue vennero sospese. Fummo veloci (noi cittadini e comitati) a richiamare l’attenzione attraverso i giornali e una telefonata della Sig.ra Raia risolse in un secondo la situazione.

Più o meno nello stesso periodo, abbiamo scoperto che dalle farmacie della città non c’e’ la possibilità di fare prenotazioni per effettuare visite in ospedale. In realtà lo stesso CUP dell’ospedale rimanda alle farmacie. Il risultato e’ che i pazienti vengono dirottati in altri ospedali (che invece appaiono nei pc delle farmacie) e chi lavora al Maresca e’ sempre più demotivato perche’ i reparti e le sale sono vuoti. Non vorremmo che poi questi servizi, risultassero a qualche burocrate inattivi o superflui per la mancanza di utenza e decidesse di chiuderli!!!
Oggi poi e’ arriva ancora un’altra notizia: dal giorno 2 Maggio non c’e’ più il radiologo di notte e non si può più garantire il pronto soccorso attivo h24!!! Le emergenze che hanno bisogno di un’ecografia o di una tac con mdc o della figura del radiologo non vengono accettate.
Ancora (perche’ piove sempre sul bagnato), dal giorno 9 Maggio, la chirurgia sarà di turno la notte senza il chirurgo… e, ovviamente, non sarà per niente garantita l’emergenza di p.s. …
Beh, se si continua così, potete anche far tornare il piano ospedaliero da Roma, tanto ve lo diciamo noi che sarà tutto irrecuperabile (prima che ce lo diciate voi come scusa: “no, perche’ nel piano c’era ma nel frattempo… “).Aggiungiamo anche che si minaccia la chiusura della struttura di Villa delle Terrazze che ospita diversi anziani. Così, giusto per gettare benzina sul fuoco.Certi di una vostra risposta, attendiamo fiduciosi.
E ne va della vostra dignità politica e umana… no?