0%

Via M. D’Africa, parte il nuovo senso unico ma il rischio sono le strisce blu (Torre del Greco)

Scritto da - Giacomo Mennella il :


Attualità

Adv

Strisce BluSono alcuni giorni che la circolazione per chi proviene da Via Cavallo, quindi in taluni casi dall’uscita autostradale di Torre del Greco, è inibita nella svolta verso via M. D’Africa, in quanto è stato piazzato un divieto di accesso che così inibisce la percorrenza dell’arteria verso la zona vesuviana e di conseguenza verso il centro cittadino. La zona è estremamente popolosa e di conseguenza particolarmente trafficata negli orari di punta, situazione che abbinata alla possibilità di parcheggio gratuito che è concesso su di un lato della carreggiata, fa si che l’arteria spesso si trasformi in un imbuto a scorrimento lento, situazione che comunque va avanti da svariati anni e che tutto sommato è sopportabile dai residenti per evitare ulteriori blocchi e giri improbabili per strade alternative utili a raggiungere sopratutto la zona prolungamento. Ma probabilmente la decisione nasconde altro perché con la ditta Urbania che cura il servizio di riscossione per il servizio di sosta a pagamento oramai in scadenza di appalto, nulla di più facile sussisterebbe nel vedersi invadere anche via M. D’Africa di strisce blu, dopo il tabu caduto delle zone residenziali votate alla sosta a pagamento e inaugurato prima con Via I. Sorrentino e poi successivamente con Via M. F. Romano. Sarebbe l’ennesima batosta per i cittadini residenti nella zona che si vedrebbero così lievitati i costi di mantenimento dell’autovettura privata, altresì aggravato dal fatto che la zona è praticamente esclusa dal servizio di trasporto pubblico sia per quanto riguarda i pochi autobus che circolano in città sia per le tratte coperte con i taxi colletivi, rendendo così di fatto l’area di difficile accesso per chi non possiede un’autovettura privata. Inoltre ogni cambio di senso di circolazione va fatto metabolizzare ai cittadini magari con la presenza di vigili urbani che indichino la nuova segnaletica anche per evitare pericoli dovuti all’abitudine o alla distrazione che potrebbero causare incidenti a cose o persone, situazione che al momento pare non essere assicurata.