0%

Via M. F. Romano, compaiono le strisce bianche ma restano i disagi (Torre del Greco)

Scritto da - Giacomo Mennella il :


Adv

Parcheggio2Noi di aucelluzzo.it abbiamo documentato ad ottobre la discutibile decisone di invadere di strisce blu via M. F. Romano, zona prettamente residenziale, che si è vista privata della sosta gratuita senza preavviso né un minimo di condivisione con i cittadini e i comitati di quartiere. Ma il programma già allora ci sembrò essenzialmente chiaro: considerando che sono andati persi numerosi stalli situati per lo più nella zona centrale e dello shopping cittadino, e che il bando di assegnazione della concessione prevede un minimo numerico di stalli a pagamento, l’amministrazione comunale di concerto con la ditta concessionaria, è stata costretta a ricercare freneticamente nuove aree dove installare le strisce mangia soldi, con grave danno economico per gli abitanti delle zone interessate che hanno subito l’ennesima stangata per il portafoglio. Ma oggi dobbiamo constatare che un piccolo passo in avanti è stato fatto. Sono comparse nei primi giorni di novembre sulla carreggiata di destra degli stalli bianchi e quindi gratuiti, che in tutto saranno circa venti, e che regolarizzano la sosta gratuita almeno su quel versante di via M. F. Romano, e che a questo punto saranno prese d’assalto dai residenti della zona sia per l’esiguo numero degli stessi che per l’elevata densità abitativa della zone.

 

Parcheggio1Resta fondamentale la nuova apertura del parcheggio a ridosso delle Ferrovie dello Stato, che ha però il grande problema di essere aperto ad orario vincolato, e vale a dire dalle 8 alle 20 con rimozione forzata del veicolo qualora lo si dovesse utilizzare oltre i limiti d’orario su menzionati. Si sta muovendo qualcosa anche sul versante cittadini, perché sabato 31 ottobre all’altezza dell’edicola di largo Cersare Battisti, si sono riuniti cittadini e comitati di quartiere, per fare il punto della situazione e decidere quali potrebbero essere le azioni da intraprendere nel breve periodo per provare a convincere chi di dovere a ripristinare la situazione che prevedeva su ambo i lato la sosta gratuita, evidenziando l’annosa questione della carenza di zone adibite alla sosta gratuita delle autovetture, e sopratutto per la stessa natura del quartiere che è prettamente residenziale e che quindi non porterà nemmeno giovamento economico dal versante della ditta che ne cura la riscossione. La situazione resta comunque sensibilmente variabile, nel senso che finché non ci sarà la conclusione definitiva dei lavori di ammodernamento del centro cittadini rientrante nel progetto Più Europa, non si avrà contezza dell’effettivo numero di stalli a pagamento rispetto a quelli gratuiti, in virtù del fatto che il Codice della Strada fa esplicito riferimento a questa fattispecie e la disciplina nell’art. 7 comma 8 “…su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza disposizione di controllo di durata della sosta.”, a questo punto non ci resta che vigilare attentamente sull’operato di chi governa la città, in modo tale da provare a far rispettare le regole basilari che disciplinano la sosta a pagamento nei comuni come sopra descritto.