0%

Novanta. A’ paura…

Scritto da - Giuseppe Mennella il :


Adv

Militari-esercito_o_su_horizontal_fixed[1]Il problema è che fin da piccoli ci hanno abituati ad avere paura. Perchè quando si ha paura si diventa maggiormente controllabili. E quindi:
“Fai il bravo, altrimenti viene il mammone”
“Mangia tutto, sennò stanotte arriva il lupo”
“Non piangere che viene il carabiniere e ti porta via”

E noi, stupidi fin da piccoli, abbiamo nella paura il nostro interruttore OFF, veniamo formati a temere entità per lo più sconosciute a noi stessi. Ci viene insegnato a temere, a non fare o non dire qualcosa, pena l’accadimento di qualcosa di ombroso, di non ben definito, per mano di esseri brutti come il mammone, il lupo e vabbè, non me ne vogliano i carabinieri ma ce ne sono parecchi veramente bruttini (non siamo mica nella fiction, qui…)

Poi si cresce, ma il giochino è sempre quello. O meglio, si crede di crescere, gli adulti ci illudono di farci camminare con le nostre gambe, ma sono i primi a non ragionare con la loro testa, tante volte, bambinoni a loro volta, accuditi dalla TV, dal campionato di calcio, da Maria De Filippi e dai nostri politici.
Il giochino, dicevamo, quello della paura. Se non hai paura di qualcosa sei pericoloso per il sistema, perchè chi non teme diventa curioso, vuole capire, viaggiare, scoprire, chi non ha paura affronta tutto a viso aperto, non conosce il rischio o forse lo conosce ma, appunto, non lo teme.
Immaginate un pò se fossimo tutti così, senza paura di nulla. Avremmo cambiato questo mondo decenni fa, avremmo rivoltato questo paese come un calzino puzzolente, come hanno fatto i nostri vicini di casa nordafricani, e prima ancora i francesi, i sudamericani, gli est-europei. Tutti popoli che hanno vinto la paura e sono diventati padroni del loro avvenire.

Noi invece no.

Non a caso la paura è la prima industria a livello mondiale. La paura fa fatturato attraverso armi che non spareranno mai, medicinali per malattie inesistenti, scudi atomici, forze politiche pronte a prometterci protezione, e potremmo continuare all’infinito.
E intanto ci terrorizzano con un nemico sempre nuovo, sono secoli che va così: l’Inferno, le streghe, i Mori, i Tedeschi, i Comunisti, i Talebani, gli Islamici, c’è sempre qualcuno da temere e da sconfiggere e tocca sempre a noi che siamo, ovviamente, quelli “bravi” che non farebbero del male a una mosca… chi? Io? Che quando cammino sto attento a non calpestare le formichine e mi batto per salvare gli agnelli a Pasqua che è una strage ingiusta?
Noi siamo i bravi, quegli altri i cattivi, che mettono le bombe sugli aerei, negli aeroporti, nelle metropolitane, e allora dobbiamo cacciarli tutti via e bombardarli tutti quanti… ma non si può, dai, ragioniamo, meglio tenerli tutti sotto controllo, quindi, per la sicurezza nazionale, dobbiamo sapere in ogni momento dove sei, cosa dici al telefono, cosa scrivi, quanti soldi hai in banca, quante volte hai fatto la cacca questa settimana, dove andrai in vacanza, e se ti dicono che è necessario che un soldato dorma abbracciato con tua moglie, stanotte, tu lo accetterai, accetterai anche questo perchè tu non sei un uomo libero, sei un uomo che ha paura, e per giunta cornuto, ed accetterai questo ed altro in cambio della sicurezza mondiale, perchè i cattivi sono alle porte e se non fai il bravo viene l’uomo nero e ti mette la bomba sotto al gabinetto.

Oh no, cosa mi sono permesso di insinuare, anzi, solo di pensare… che tutto questo bordello di ISIS e terroristi vari siano una grande messinscena, che le armi con cui sparano sono state mandate dai paesi produttori (cioè quelli buoni), che i più grandi ricercati del mondo li trovano comodamente in pantofole in casa loro, e che quindi si tratta di una grandissima presa per il culo ?

Aiuto! Abbiamo tra di noi un cospirazionista! Complottista pazzo! Antipolitico, antisistemico, antibiotico! Anatema!

Come ti permetti di pensare questo, anzi… come ti permetti semplicemente di pensare!? Il TG delle 20 dice che non è così, e tu sei solo un coglione malato, fila a letto senza cena e subito dopo Carosello, anzi, subito dopo Affari Tuoi, altrimenti viene il mammone e ti mette la bomba dentro alla TV.