0%

O’ prestofatto

Scritto da - Carla Formisano il :


Cucina

Adv

12140919_10205350114494678_4145334136350135084_oNon so voi, ma io alle tradizioni della mia terra, proprio non ci rinuncio.
Ed in questi pomeriggi autunnali, dove la pioggia fa da padrona, sorge la voglia di qualcosa di dolce.
Allora un dolcetto veloce veloce, “na’cosa e’press”e prepariamo o‘ prestofatto.
Il dolce che preparavano le nostre nonne, le nostre mamme.
Compleanno? Nu bello prestofatto! Altro che torte di pasta di zucchero, altro che personaggi e personaggetti raffigurati su un trionfo di panna e creme di tutti i tipi, altro che cornettoni farciti con Nutella.
Nu’ bello prestofatto e il bambino era accontentato.
Purtroppo i tempi cambiano e devo accontentare anche i commensali, per cui al prestofatto ho dato la variante di aggiungervi la crema.
Le persone chic chiamano questo dolce Torta Nua.
Non è altro che il classico “prestofatto” con aggiunta di crema pasticciera.
Per prepararlo in modo più soffice al posto del burro ,ci mettiamo olio di semi.
Alla classica crema pasticciera, io, che sono un po’ golosetta, aggiungo essenza di nocciola (si vende nei negozi di articoli dolciari).
Dopo aver preparato l’impasto del “prestofatto”, le cui dosi sono conosciute da tutte le donne napoletane, versatelo nella tortiera e sopra a cucchiaiate la crema.
Infornate e la voglia di dolce è appagata!
Carla Formisano