0%

Rubrica – A VOLO A VOLO – Ma si può prendere goal dal pezzotto di Pogba?

Scritto da - Nicola Liguoro il :


Sport

Adv

A VOLO A VOLO

Campionato serie A – 6^ giornata
(Riflessioni semiserie sul calcio)

Noi di Aucelluzzo.it siamo schierati, l’azzurro nel nostro pennuto è puramente voluto perché tifiamo Napoli e basta.
Vi piace questa cosa? Dopo la partita di sabato come vi sentite? Bene, eh? L’avete metabolizzata? L’avete assaporata?
E’ così, non c’è niente da fare, sarà pure provinciale ma battere la Juve è quella soddisfazione che ti salva la stagione.
Perché non è che li odiamo come loro fanno con noi, i napoletani amano, non sono capaci di odiare. Semplicemente li schifiamo perché la Juve rappresenta il Sistema, la prevaricazione, il vincere in modo fraudolento e l’arroganza del non riconoscere le sentenze.
Per cui quando li battiamo, stiamo bene, ci sentiamo soddisfatti come… come… come quando hai dato un morso a una bella sfogliatella calda o a un fetta di pastiera. Chiaro il concetto?
Se non sei napoletano, nun ò può capì.

Roma 5 – Carpi 1
Partita senza storia tra una Roma che prende il brodino che si da ai malati e un Carpi che diciamocelo onestamente: Ma che ci fa questa squadretta in serie A?
Gli emiliani saranno ricordati solo per essere stata l’ennesima squadra retrocessa alla quale il Napoli ha regalato punti.
Sabato nonostante i goal che arrivavano a grappoli, mi sono così annoiato che a un certo punto, mi è venuta la “n’ziria” di sperare di vedere che in un’ennesimo slalom tra gli avversari di Geirvinho, qualche difensore del Carpi gli strappava quella ridicola fascia che porta in testa per nascondere la zella che tiene. Jà ma dico io? E’ cosa? Ma nemmeno in Africa …… ah è africano Geirvinho? Con quel cognome? Mah ….

Napoli 2 – Juventus 1
Sapete la soddisfazione più bella della vittoria di sabato qual è? Che li abbiamo distrutti con la forza del duro lavoro. Una condizione fisica smagliante, ottenuta con allenamenti atletici durissimi per avere un pressing asfissiante, a partire dagli attaccanti e poi a tutto campo per non farli ragionare, per non farli respirare.
Il Napoli dei Napoletani indolenti e senza voglia di lavorare, che distrugge la squadra massima espressione della grande impresa del Nord, umiliandola grazie al duro lavoro dei suoi giocatori.
L’unica cosa che mi dispiace è di aver preso il goal dal “pezzotto” di Pogba, una specie di Iphone di quelli che vendono a piazza garibaldi.

Inter 1 – Fiorentina 4
Stasera la capolista è scesa in campo deconcentrata, con la testa altrove, sembrava quasi che i giocatori pensassero ad altro.
Secondo me, dopo aver appreso che il club ha chiuso la campagna acquisti con un passivo di 80 milioni di euro, i giocatori si saranno preoccupati per lo stipendio? Che dite?
Certo che la paura di non avere i soldi per fare il pieno alla Ferrari o per potersi fare il 400° tatuaggio sotto il piede (unico posto rimasto libero sulla pelle), secondo me riesce a sconvolgerti.
Comunque dopo 25 minuti il risultato era di 0 a 3 e con un uomo in meno per l’Inter perché Miranda si è fatto espellere per poter andare a fare bancomat e il pieno alla fuoriserie.
Tornando seri, direi che il campionato non ha ancora un padrone per cui chi vuole recuperare, si dia da fare perché ce n’è ancora la possibilità.
Capito mister Sarri?

Premio Top Player 6^ giornata: Jorge Luiz Frello Filho detto Jorginho
Premio Sergio Brio per il peggiore in campo: Paul Pogba
Premio “Questo lo segna pure mia nonna”: Jurai Kucka
Premio Trebbiatrice d’oro 2015: Joel Obi