0%

Turris vs Cavese 1-2 – Ennesima sconfitta casalinga

Scritto da - Luigi Vitiello il :


Sport

Adv

Che si trattasse di un’annata negativa da archiviare, si era capito ormai da tempo, ma davvero quando si tratta della Turris al peggio non c’è mai limite. Quando ormai tutti gli obiettivi sono realmente irraggiungibili, i tifosi aspettano partite e derby come quello odierno per riscattare almeno parzialmente una stagione deludente e invece la Turris, coerentemente al detto “MAI UNA GIOIA” regala l’ennesima domenica amara ai propri sostenitori. In un pomeriggio grigio e con un Liguori che mostra ormai tutti i segni degli anni, con tribuna e spogliatoi principali inagibili, la Turris rimedia la quinta sconfitta casalinga su dodici gare disputate. Soltanto quattro vittorie tra le mura amiche, l’ultima risalente all’ormai lontano 20 Novembre. Uno score impensabile per la rosa allestita ad inizio anno e per i proclami del Presidente. Ma ormai è storia vecchia, inutile ripetere quello che tutti sappiamo. Bisogna far tesoro dei tanti errori commessi, provare a ricompattare l’asse società-tifosi e gettare le basi per l’anno venturo. Ricordiamo inoltre che all’orizzonte non si vedono sceicchi pronti ad investire nella Turris, ma i soliti loschi personaggi e piatti vacanti. Se proprio si vuole puntare il dito contro qualcuno, oggi lo farei contro l’amministrazione comunale di questa città: lo stadio è in condizioni pericolose (stando a rilievi tecnici) ma l’unica cosa che preme ai nostri amministratori è la revoca della gestione dell’impianto per poterla assegnare a chi rientra nelle grazie dei loro requisiti. Il solito clientelismo becero fortemente radicato nella nostra città. La domanda però nasce spontanea: adesso quanto ci toccherà aspettare per rivedere l’agibilita della tribuna Strino e degli spogliatoi?
Per la gara odierna contro la Cavese, mister Baratto propone alcune novità nel suo 4-4-2: De Rosa terzino destro, Joof a centrocampo col rientrante Danucci, Schettino preferito nuovamente a Tedesco sulla fascia. La Cavese dell’ex Longo propone Ciarcià e Palumbo a centrocampo e Gabrielloni in avanti al posto di bomber Meloni. La Turris parte bene: al quarto minuto ci prova Improta con tiro a giro ma la palla termina abbondantemente fuori. Al settimo Varriale è anticipato di un soffio dal portiere ospite. Al minuto 19 Danucci calcia fuori una punizione da posizione invitante. Al trentesimo triangolazione Schettino Danucci Schettino con tiro di quest’ultimo parato dal portiere Conti. Al minuto 34 squillo della Cavese con Rossi che impegna severamente Abagnale. Al minuto 39 la Cavese passa in vantaggio: punizione da posizione defilata di Ciarcià e palla che termina la sua corsa in rete dopo aver toccato il palo. Ad inizio ripresa la Turris prova a reagire: al nono minuto ci prova Tedesco, subentrato a Schettino, con risposta puntuale del portiere cavese. La Turris presidia stabilmente la metà campo avversaria senza tuttavia creare grosse occasioni da rete. Al minuto 33 arriva il raddoppio della Cavese con Gabrielloni che conclude un’azione di contropiede. Appena un minuto e la Turris accorcia con Improta che insacca di piatto destro e riapre la partita. Nel concitato forcing finale la Turris ha l’occasione per pareggiare: al minuto 92 in seguito ad una mischia, tira Tedesco ma Riccio salva sulla linea di porta strozzando in gola l’urlo del gol ai tifosi assiepati nei distinti. La partita di oggi è lo specchio della stagione: la Cavese espugna il Liguori con due tiri in porta.
In attesa di tempi migliori… come on reds.

TURRIS: Abagnale, De Rosa, Somma, Omar, Salvatore, Di Girolamo, Lombardi, Danucci, Improta, Schettino, Varriale.
A disp. Atteo, Gallo, Perfetto, Cuomo, Tarallo, Tedesco, Contieri, Cavaliere, Borriello. All. Baratto.

CAVESE: Conti, Padovano, Loreto, Di Deo, Palumbo, Riccio ,Celiento, Ciarciá,Gabrielloni, Rossi,Golia.
A Disp. D’amico, Uliano,Parenti, Armenise, Meloni, Bellante, Giglio,Felleca,Migliaccio. All.Longo.

ARBITRO: Maranesi di Ciampino.
Spettatori 800 circa.