0%

Turris vs Gragnano 1-1 – La Turris non sa più vincere

Scritto da - Luigi Vitiello il :


Sport

Il 2017 si apre per la Turris allo stesso modo di come si era chiuso il 2016: un pareggio casalingo per 1-1 contro il Gragnano. L’ultima vittoria risale ormai al 27 novembre in trasferta contro la Sancataldese e bisogna risalire al 20 novembre per l’ultima affermazione casalinga. I numeri cominciano ad essere preoccupanti per una squadra partita con ben altri obiettivi: nelle ultime 5 gare, di cui 4 disputate tra le mura amiche, la miseria di 2 punti raccolti. Una squadra con tante buone individualità a cui manca un leader, un faro in mezzo al campo,soprattutto con la forzata assenza di Danucci che dovrà scontare ancora 6 giornate di squalifica. Preoccupa la carenza di gioco, la mancanza di idee e cattiveria agonistica, quell’aggressività che ti permette di vincere le partite anche contro avversari più quotati. La Turris sembra una squadra incapace di reagire alle avversità. Sul banco degli imputati anche mister Baratto che sembra attraversare un momento di confusione e nervosismo testimoniato anche da qualche battibecco con i tifosi della tribuna. La Turris oggi si presentava in campo con un 4-3-3: subito nella mischia il nuovo arrivato Cavaliere schierato in regia, tridente offensivo composto da Tedesco, Improta e Danti. Stesso schieramento per il Gragnano guidato dall’ex Ferraro.
Pronti-via ed è subito una doccia gelata per la Turris: dopo 3 minuti, sugli sviluppi di un corner e uno svarione della difesa, Martone insacca per gli ospiti. La Turris prova a reagire, in particolare con Tedesco che mostra buoni numeri e tanto impegno ma sembra predicare nel deserto. Al minuto 21 spettacolare combinazione Improta Tedesco con tiro di quest’ultimo che termina di pochissimo alto sulla traversa. Al venticinquesimo ci prova Maraucci di testa: palla alta. Al minuto 32 il Gragnano ha un’ottima occasione in contropiede con Santaniello che, da pochi passi spedisce alto. Sul finire del primo tempo un colpo di testa di Tedesco si spegne debole tra le braccia del portiere ospite.
La ripresa si apre con una Turris che appare ancora più svogliata e demotivata rispetto all’inizio: il Gragnano con Santaniello e Varsi ha 2 buone occasioni per raddoppiare. Una parte della tribuna chiede l’ingresso di Tarallo e un Baratto in evidente confusione sembra accontentare tale richiesta: esce tra lo stupore del pubblico Improta, autore di una buona prestazione.
La Turris colleziona molti corner ma è il Gragnano a pungere di rimessa e ad avere occasioni. Al minuto 25 una punizione di Varsi chiama al difficile intervento Abagnale che si rifugia in angolo. Al quarantesimo arriva il pareggio della Turris: tiro dalla distanza di Joof che centra il palo, sulla palla si avventa Varriale che insacca di precisione. Sulle ali dell’entusiasmo la Turris prova a vincere la partita senza tuttavia creare grosse occasioni. Sono ancora gli ospiti in pieno recupero ad andare vicini al gol con Franco che calcia a botta sicura e a cui si oppone Abagnale con un intervento prodigioso. Termina la gara in parità tra i fischi dell’ormai spazientito pubblico. In un momento difficile come questo, il calendario da una mano alla Turris che domenica prossima dovrebbe vedersi assegnare la vittoria a tavolino contro il Due Torri in piena crisi societaria e che oggi non è sceso in campo contro la Sicula Leonzio. Una boccata di ossigeno per la Turris che deve raggiungere quanto prima la quota salvezza e cominciare a gettare basi solide per la prossima stagione.
TURRIS: Abagnale, Gallo, Perinelli, De Rosa, Maraucci, Di Girolamo, Morella, Cavaliere, Improta, Tedesco, Danti.
All. Baratto.
A disp.: Atteo, Perfetto, Lombardi, Salvatore, Ferraro, Gazzaneo, Varriale, Joof, Tarallo.

GRAGNANO: Ferrara, Esposito, Liccardi, La Monica, Barbato, Franco, Napolitano, Martone, Santaniello, Varsi, Kameni.
All. Ferraro.
A disp.: Cellitti, Formisano, Panico, Alfano, Nugnes, Passariello, Fortunato, Konatè, Infante.

ARBITRO: Morabito di Taurianova.
Spettatori 800 circa.