0%

Turris vs Sersale 4-1 – I corallini ritornano al successo casalingo

Scritto da - Luigi Vitiello il :


Sport

Adv

Nella settimana che segna l’ingresso in società dell’imprenditore locale Antonio Colantonio, in un Liguori nuovamente agibile ma con tribuna chiusa, la Turris ritorna a vincere tra le mura amiche, vittoria che mancava ormai dal lontanissimo 20 Novembre.
Eppure anche oggi sembrava che l’appuntamento con i 3 punti dovesse essere rimandato, dopo un primo tempo davvero inguardabile, forse il peggiore giocato in casa dall’inizio del campionato. Squadra apparsa da subito svogliata, deconcentrata e con le gambe molli, fattori sui quali Baratto dovrebbe lavorare per evitare che possano ripetersi nelle future gare, piuttosto che parlare di pressioni negative in casa dovute all’atteggiamento dei tifosi, dando così indirettamente un alibi ai giocatori che scendono in campo. La società aveva annunciato per oggi una Turris con una nuova divisa sociale, stile vintage anni ottanta, appuntamento rimandato probabilmente per la troppa somiglianza con quella degli ospiti, così alla fine si è deciso per la casacca verde. Mister Baratto nel consolidato 4-4-2 ha ormai gerarchie ben definite: De Rosa sulla linea difensiva, Joof e Danucci a centrocampo, in avanti tandem composto da Improta e Varriale. Di contro il Sersale di mister Venuto opta per un centrocampo molto folto ed un’unica punta in attacco, Bongermino. La Turris ha un avvio molle, la squadra gioca con troppa sufficienza mentre gli ospiti aggrediscono in ogni zona del campo. Buona occasione al decimo con Tedesco che, dopo aver dribblato un avversario, calcia a botta sicura ma il tiro viene intercettato da un difensore avversario. Al minuto 15 Improta anticipa tutti sugli sviluppi di un corner, ma la palla termina fuori. Al diciannovesimo Sersale in vantaggio con Bongermino che, lasciato tutto solo in area, deposita in rete di testa. La Turris accusa il colpo e non sembra avere la forza di reagire. Sugli spalti regna il silenzio assoluto, così da sentire chiaramente le voci dei giocatori in campo, una roba che probabilmente non si era mai vista e sentita al Liguori. Alla fine del primo tempo la Turris perviene al pareggio con Danucci, che a seguito di un calcio d’angolo, sfrutta un velo di Improta ed insacca. La ripresa si apre con una Turris più autoritaria. Al quarto minuto una punizione di Di Girolamo termina fuori. Ci provano Improta e Somma, rispettivamente da destra e sinistra, con tiri che terminano lontano dallo specchio della porta. Baratto si gioca le carte Tarallo e Schettino per Varriale e Tedesco. Mosse vincenti: al minuto 17 Tarallo si procura un rigore anticipando il portiere in uscita. Lo stesso centravanti si occupa della trasformazione e porta la Turris in vantaggio. Due minuti dopo è Improta-show: fa tutto da solo partendo dalla sinistra, si presenta in area e batte il portiere di precisione per il 3-1.
Adesso è un’altra Turris trascinata da un maestoso Di Girolamo, un inesauribile Joof a centrocampo e un Improta che sbuca da tutte le parti. Al trentunesimo i corallini calano il poker: ennesima iniziativa di Improta che serve Somma in area, il quale mette a sedere un difensore e deposita la palla in rete per il definitivo 4-1. Nel finale la Turris bada al possesso palla senza voler infierire sull’avversario. Al triplice fischio, dopo tanto tempo, i giocatori escono dal campo salutati dagli applausi del pubblico. La Turris ottiene la terza vittoria nelle ultime quattro gare e continua ad inseguire l’obiettivo play-off.
Come on reds…
Turris. Abagnale, De Rosa, Somma, Joof, Salvatore, Di Girolamo, Lombardi, Danucci, Improta, Tedesco, Varriale.
All. Baratto.
Sersale. Bambino, Sgueglia, Di Cillo, Lenoci, Girardi, Ferreira, Puntoriere, Aprile, Bongermino, Pappalardo, Fiorino.
All. Venuto.
Arbitro Sili di Viterbo.
Spettatori 800 circa.