0%

Unioni civili o unioni religiose: questo è il problema

Scritto da - Giuseppe Pizza il :


Adv

amore-bambini-620x350Questo disegno di legge a prima firma della senatrice Monica Cirinnà sta creando in tutta la popolazione Italiana una grande confusione, anzi più che il DDL Cirinnà la confusione è creata dai mezzi d’informazione in primis e poi da tutte quelle entità che in un modo o nell’altro hanno a che fare con esso o per ragioni religiose o per ragioni politiche o per ragioni sociali.
Vediamo un po’ quali sono le varie problematiche che solleverebbe questo disegno di legge. Punto primo, le motivazioni etico-religiose. Questo disegno di legge metterebbe in secondo piano la famiglia tradizionale ma se andiamo a guardare il DDL ci accorgiamo che non vuole mettere in secondo piano la famiglia tradizionale, ma vuole allargare e riconoscere alle coppie dello stesso sesso ed anche a quelle eterosessuali che non hanno intenzione di sposarsi (che sono coppie di fatto) la loro convivenza e di poterlo fare ottenendo gli stessi diritti e doveri di una coppia sposata. Fin qua potrebbe anche essere passabile tutto l’impianto ma solo se non si parla di adozioni, perché sennò tutto viene rimesso in discussione.
Vediamo allora che cosa dice sulle adozioni. Questo DDL prevede nell’art.5 di poter adottare il figlio del compagno, quindi un minore già esistente, ma non consente di adottare bambini che non siano figli di uno dei coniugi né tanto meno alla gestazioni di altri. Questo è il punto più controverso che solleva un gran numero di persone perché si pensa leda la sicurezza dei bambini, ma a guardare bene si evince che l’unico caso di adozione prevista è quella appunto del minore già esistente e che quindi non sono previsti altri tipi di adozioni che siano di tipo sociale (bambini abbandonati) o di carattere gestazionale (utero in affitto, inseminazioni, ecc.).
La cosa più importante per quanto mi riguarda è riuscire a capire di cosa si sta discutendo e poi cercare di discernere le varie problematiche religiose da quelle laiche e per questo ci sarebbe bisogno di un bagaglio culturale che purtroppo oggi è latitante soprattutto grazie all’istruzione sempre più deficitaria ed un sistema informativo sempre più deviato e di parte, per cui non si può fare una giusta valutazione del problema. Con questo video possiamo vedere il grado culturale che purtroppo dilaga ormai nel nostro paese: http://youmedia.fanpage.it/video/aa/Vq4xu-SwkAk3si-i