0%

Campagna di sensibilizzazione sul tema della disabilità #vorreiprendereiltreno

Scritto da - Marco Manna il :


Adv

aucellDa giorni impazza in rete una parodia del brano di Enzo Jannacci: “ Vengo anch’io. No, tu no!”. Il brano è stato riadattato da un gruppo di amici Toscani capitanati dal bravissimo comico Lorenzo Baglioni. Il progetto nasce per dare forza alla campagna lanciata sui social network da Iacopo Melio: “#vorreiprendereiltreno”.
Iacopo è un ragazzo diversamente abile che tramite l’ironia sta facendo riflettere all’Italia intera, sulle difficoltà quotidiane che devono affrontare le persone diversamente abili. Grazie a questo mix esplosivo, l’argomento è riuscito ad entrare nelle discussioni pubbliche di questi giorni, i giornali hanno fatto articoli e le televisioni hanno lanciato qualche servizio. Adesso però mi chiedo, quando sarà passata l’onda mediatica, cosa succederà?
I diversamente abili insieme alle associazioni, sono anni che si battono per avere le città funzionali a tutti i cittadini. Il tema è stato affrontato in termini legislativi dal lontano 1986, negli anni è stato aggiornato (di seguito tutti i riferimenti per chi volesse approfondire l’argomento: Legge n. 13/1989; D.M. n. 236/1989; Legge n. 104/1992; D.P.R. n. 503/1996; D.P.R. n. 380/2001 – artt. 77-82). Da come potete notare le leggi e i decreti ci sono, il vero problema è che pochi comuni hanno dato seguito alle indicazioni dettate dal legislatore. Allora cosa fare? Semplice, se davvero si vuole risolvere un problema lo si deve far diventare di opinione pubblica, per questo vi chiedo: se avete condiviso il video di Iacopo e Lorenzo, adesso continuate a condividere la loro battaglia.
Noi, come Aucelluzzo, stiamo dando spazio alle segnalazioni che ci arrivano in redazione. Se vedete un passaggio pedonale senza scivolo, se nella vostra città è impossibile prendere un bus con la carrozzina, se ci sono scuole che non prevedono strutture adatte per i diversamente abili, fotografate e filmate e pubblicate in rete. Noi metteremo a disposizione i nostri canali.

Facciamo di tutto per non lasciare solo il nostro Iacopo! Diamogli una mano nella sua campagna #vorreiprendereiltreno