0%

Vigilie in Curva. PUR CHEST’ E’ TRADIZIONE… (Torre Annunziata)

Scritto da - Luisa Di Paola il :


Attualità

Adv

Vigilie in Curva. PUR CHEST’ E’ TRADIZIONE… (Torre Annunziata)Come ogni anno ormai da decenni per le vigilie sia di Natale che Capodanno a Torre Annunziata, si riversano migliaia di persone in prevalenza giovani , sul meraviglioso belvedere chiamato “Curva” e lungo gran parte di Via Gino Alfani.
Un fiume di gente di cui non si riesce a vedere la fine, un’ aggregazione di anime e corpi a strettissimo contatto che sin dal mattino festeggiano, brindano si scambiano auguri, cantano, ballano, ridono, si abbracciano , si divertono insomma!
Il tutto avviene in una cornice paesaggistica che tra palme, mare e tramonto mozzafiato, poco ha da invidiare alla più famosa “Miami beach”!
Moltissimi sono i ragazzi che scelgono LA CURVA come meta più appropriata allo scopo di brindare al Natale e al nuovo anno , tanti vengono dai paesi limitrofi o tornano nella loro città natale che, non senza sofferenza, hanno dovuto abbandonare in cerca di lavoro .
Questo è senz’altro un segnale positivo e di impatto importante per le attività commerciali e per la città che esprime le sue potenzialità al meglio.
Sarebbe tutto perfetto se solo non si cadesse inevitabilmente in una situazione di totale mancanza di controllo che una folla sovrumana facilmente produce.
In realtà tutto sarebbe risolvibile con pochi piccoli accorgimenti:
Una squadra apposita che provveda alla pulizia nel modo più rapido possibile, soprattutto dal vetro che in questi casi, come negli anni precedenti si è potuto constatare, viene riversato in strada e diventa una tappezzeria pericolosa e in frantumi che resta lì per svariate ore dopo la fine dei festeggiamenti, anche perché non c’è un numero adeguato di contenitori appositi , che almeno durante queste giornate “particolari”, converrebbe installare.
Sarebbe necessaria la sicurezza, un presidio di ambulanze, non c’è un team messo a disposizione delle migliaia di cittadini che decidono di passare la giornata nella nostra città e tutto inevitabilmente finisce in un clima di anarchia senza freni e senza regole, pericolosa per l’incolumità delle persone e del decoro urbano.
Questa che ormai è diventata una vera e propria tradizione puntualmente non viene trattata con l’attenzione che meriterebbe, non viene valorizzata, non viene governata in alcun modo, quasi si finge di non vederla!
Chi è di Torre Annunziata sa benissimo di cosa sto parlando e probabilmente se non la vivi di persona una vigilia in Curva, non puoi ben comprenderne l’entità.
Il 31 dicembre si replica, ci sarebbe tempo a sufficienza affinché quest’amministrazione prendesse provvedimenti adeguati ( non repressivi ma di controllo) e collaborasse insieme ai commercianti di Via Gino Alfani per valorizzare e dare la giusta importanza a questa “Nuova Tradizione”: LE VIGILIE IN CURVA !Vigilie in Curva. PUR CHEST’ E’ TRADIZIONE… (Torre Annunziata)