Adv

O bianche acque14362502_10210918899756811_2851840939905864047_o

venute dal mare

e dal cielo precipitate

per arricchir le nostre falde e dissetar il creato.

Or verdi e puzzolenti

arricchite dall’uomo

di orine ed escrementi

raccolte lì a più non posso

nell’umile fosso

che ormai pieno

più non le trattiene.

Ed è cosi che da vil tubo

escon fuori con tutta la fragranza

irrorando color

che della sostanza

pensavano d’essersi sbarazzati per sempre.

Ma a chi altro più

dobbiam rivolgere tenzone

se non a te Signore dei cieli

pregando giusto

che dall’umile fosso

non nasca ancor

peggior male.

 

 

 

 

 

Ferdinando Catapano

Di Ferdinando Catapano

Siamo noi, Siamo in tanti, ci nascondiamo di notte, per paura degli automobilisti, dei linotipisti, siamo i gatti neri, siamo i pessimisti, siamo i cattivi pensieri, e non abbiamo da mangiare. Com'è profondo il mare com'è profondo il mare........ E' chiaro che il pensiero dà fastidio anche se chi pensa è muto come un pesce, anzi è un pesce, e come pesce è difficile da bloccare perchè lo protegge il mare. Com'è profondo il mare........ Certo chi comanda Non è disposto a fare distinzioni poetiche Il pensiero come l'oceano Non lo puoi bloccare Non lo puoi recintare, Così stanno bruciando il mare, Così stanno uccidendo il mare, Così stanno umiliando il mare Così stanno piegando il mare, Com'è profondo il mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.