Adv

San Giorgio a Cremano, 9 aprile 2021 – Le origini artistiche di Massimo Troisi raccontate attraverso 10 panchine dipinte in una delle strade principali della città.

Un lavoro durato mesi, in cui il vignettista sangiorgese Giuseppe Avolio ha raccontato le origini de  “La Smorfia”, il primo gruppo cabarettistico con cui, agli inizi degli anni ’70, il grande Massimo Troisi iniziò la sua carriera di artista a San Giorgio a Cremano.  Sulle 10 sedute, 9 in via Manzoni e una in via Luca Giordano, sono ritratti gli sketch più famosi del trio, composto da Massimo Troisi, Lello Arena ed Enzo De Caro.

L’idea è nata due anni fa, nell’ambito del “Premio Troisi”ed è la naturale prosecuzione di quanto è stato realizzato finora per tenere costantemente viva, in città, la memoria del grande attore e regista, attraverso le tante opere  disseminate sul territorio. Avolio aveva infatti già dipinto altre 7 panchine in via De Lauzieres, con le scene più note dei film di Troisi.

In città, sempre dedicati  Troisi, vi sono anche: due murales, uno in via Galdieri e uno dedicato a lui e a Noschese nella stazione della Circumvesuviana. Un terzo murale sarà realizzato invece nella piazza che porta il suo nome, la cui riqualificazione è quasi terminata. Infine vi è anche “Casa Trosi”, che ha sede in Villa Bruno, palazzo della cultura sangiorgese, in cui vi sono gli oggetti, l’arredamento, i premi e tutto ciò che è appartenuto alla vita del grande artista.

12:13:57

Gaetano Magro

Di Gaetano Magro

Nasce a Torre Annunziata " rint i saittell " del quadrilatero delle carceri. Subito nel suo quartiere acquista notorietà per essere l'unico bambino con il basco e la camicia di forza. Dopo una lunga militanza all' interno dei Boy Scout appende il fazzolettone al chiodo e si dedica alla conquista del mondo. Dall' eta di 14 anni frequenta l'ambiente associativo e i gruppi parrocchiali fino quando Aucelluzzo non lo prende sotto la sua ala protettiva e gli indica la retta via. Si laurea all' universita della strada con 110 lode e pomiciata accademica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.